13 aprile 2016

Programma il Futuro (e scopri chi sono gli italiani che hanno fatto la Rete)


Programma il Futuro vuole contribuire al successo dell’Italian Internet Day mostrando come questa infrastruttura di comunicazione globale sia il più grande e complesso sistema software mai realizzato.

Internet non è solo una enorme infrastruttura fatta di cavi, fibre ottiche e sistemi radio. È un ecosistema nel quale computer, nodi di rete, terminali mobili, data center ospitano una infinità di servizi ed applicazioni fatte di miliardi di linee di codice scritte da centinaia di migliaia di programmatori. Persone che hanno progettato e sviluppato i loro programmi rispettando le regole stabilite attraverso un complesso lavoro di standardizzazione. Da più di cinquanta anni migliaia di ricercatori e di tecnologi all’interno dell’Internet Engineering Task Force (IETF) lavorano a migliorare l’Internet di oggi e a progettare quella di domani.

Solo attraverso questo immenso sforzo scientifico, tecnologico ed organizzativo può accadere che una applicazione scritta da un giovane innovatore in una qualunque parte del mondo possa interagire con successo con decine di altre applicazioni e servizi sviluppati da persone che lui non conosce e probabilmente non conoscerà mai.

Tra quelli che hanno lavorato e che lavorano a progettare Internet vogliamo ricordare in particolare modo gli italiani che nelle aziende e nelle università, in Italia ed all’estero hanno contribuito a progettare nuovi protocolli, nuove reti, nuove applicazioni. Questa pagina vuole essere un riconoscimento al lavoro che hanno fatto e che continueranno a fare per rendere la Rete sempre più utile e sempre più aperta.

Per avere un’idea di come funziona Internet puoi studiare i video seguenti:

 

 

 

Clicca qui a fianco per sapere chi sono gli italiani che hanno contribuito a sviluppare le regole e le tecnologie alla base di Internet.

Comincia a programmare Internet anche tu … inizia con Programma il Futuro!

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0
Condividi Italian Internet Day!